background

SALUTE

LA MORALE DEL CORONAVIRUS?

"Meglio arrivare ad una certa età SANI piuttosto che semplicemente VIVI"

Sforzandomi di trovare un insegnamento da questa tragedia planetaria, credo che la lezione che il COVID-19 ci stia dando sia questa: non è sufficiente allungare l'aspettativa di vita e arrivare a 90 anni, se non ci si arriva anche IN SALUTE. 

Basta un coronavirus qualsiasi a mandare in fumo 70 anni di progressi della nostra medicina più avanzata e spazzare via centinaia di migliaia di persone?

Per rispondere bisogna guardare i dati QUI e QUI, cosa avevano in comune le persone decedute? Due o più malattie croniche tipiche dei nostri tempi: pressione alta, diabete, malattie cardiovascolari, malattie oncologiche, precedenti ictus, obesità. Ovvero le malattie croniche più diffuse tra la popolazione over 50. 

Nessuno prima si sentiva malato solo per il fatto di avere la pressione alta: andava dal medico che gli prescriveva il farmaco per l'ipertensione, prendeva il farmaco a vita e non ci pensava più. 

CORONAVIRUS? La scienza ci dice cosa possiamo fare

La questione si fa seria, possiamo anche cercare di non pensarci ma, chi più chi meno, siamo tutti allarmati, diciamocelo. E quindi sono andata alla ricerca delle evidenze scientifiche più recenti e più attendibili sul Coronavirus 2019-CoV.

Ho trovato una bellissima review - ovvero revisione e sintesi di tutti gli studi esistenti in campo medico-scientifico sull'argomento - pubblicata 13 febbraio 2020,solo dieci giorni fa, da alcuni ricercatori della Università cinese di Shengjing. Sicuramente i ricercatori cinesi sono stati i primi direttamente interessati e stimolati a saperne di più. ;-) Ma vediamo cosa dice questa revisione (1) che potrai liberamente leggere in inglese QUI

AdobeStock 317374670 scaled In assenza ancora di un vaccino specifico, i ricercatori hanno verificato: 

- Se lo stato nutrizionale ed eventuali carenze di minerali e vitamine contribuiscano alla prevenzione e alla cura di questa infezione virale 

- Quali cibi, integratori, farmaci, erbe possano aiutare nella prevenzione e nella cura 

Non vi riporto i risultati sui farmaci che sono di stretta pertinenza medica e quindi non oggetto di questo post. Vi riporto invece le conclusioni su nutrienti che si possono trovare in alimenti specifici o sotto forma di integratori sul mercato e composti fitotrerapici.

Prima conclusione dei ricercatori da evidenziare, è l'importanza del potenziamento del sistema immunitario al fine sia di prevenire il contagio che di migliorare il decorso della malattia.

Ad alcuni può sembrare scontato, ma mi preme ricordare che di virus e batteri è pieno sia il nostro ambiente interno (come il microbiota intestinale) che esterno. Non tutti coloro che vengono in contatto con lo stesso virus si ammalano, quello che fa la differenza è lo stato di salute generale dell'organismo e in particolare l'efficacia della risposta immunitaria, quindi lo stato di salute del nostro sistema immunitarioa sua volta legato strettamenteall'equilibrio del nostro microbiota intestinale.

Si può entrare in contatto con il Coronavirus e non ammalarsi o ammalarsi e passarlo come una banale influenza; è possibile, dipende dal nostro stato di salute prima del contagio!

Ma torniamo ai nostri ricercatori cinesi...

NEUROBIOTICA: MALATTIE NEUROLOGICHE E MICROBIOTA INTESTINALE

Cos'hanno in comune le più comuni malattie neurologiche come Sclerosi Multipla, Alzheimer, Parkinson, SLA, Autismo?

Esiste una correlazione validata da studi scientifici? Può l'intestino, e la sua flora batterica essere una chiave comune che ci aiuti a capire i meccanismi legati all'insorgere e al progredire di queste devastanti malattie la cui diffusione sta crescendo a ritmi impressionanti?

Trovando molto interessante questo filone di indagine, mi sono dedicata alla revisione di diversi studi scientifici pubblicati di recente e rintracciabili su PubMed, e la sintesi dei risultati di questo approfondimento sarà argomento dell'incontro che terrò a Modena martedì sera 23 Maggio c/o la Sala G. Ulivi intitolato "NEUROBIOTICA"  , di cui vi darò qui una breve anticipazione.

"RIMEDIAMO ALL'INVERNO!"

Il Natale e la stagione fredda ha già bussato alle nostre porte portando con sé tutte le classiche malattie invernali che interessano principalmente l'apparato respiratorio: influenza, raffreddori, tosse, mal di gola, bronchiti, sinusiti, otiti, ecc...

Fino agli anni 70/80, le malattie febbrili e da raffreddamento, così come le malattie infettive, venivano gestite senza l'uso di farmaci, se ne occupavano le nonne di casa, e il medico veniva chiamato solo in caso di complicazioni serie. Mamme e nonne sapevano riconoscere per conoscenza tramandata di generazione in generazione, i segnali di aggravamento e complicazione. Se sono riuscita a curare i miei bambini quasi esclusivamente tramite le medicine naturali, è sicuramente grazie al clima sereno con cui mia mamma e le mie nonne, affrontavano le comuni malattie infantili, senza farmaci e senza troppi patemi, perché era normale così.

La maggior parte dei bambini di oggi, da adulti, ahimè, conosceranno benissimo il paracetamolo, ma quasi nessuno conoscerà gli effetti, il gusto e il profumo delle mele cotte al forno...frown 

PREPARIAMO I NOSTRI BIMBI AL CAMBIO DI STAGIONE

L'estate sta finendo, e io ho già l'impressione di non aver fatto ferie frown, in realtà è un po' così, perché ho dovuto lavorare sodo tutto agosto per inaugurare questo blog, prima della partenza di tutti i corsi ed eventi che mi impegneranno senza sosta fino a dicembre cry. Ma non sono qui per lamentarmi, bensì per darvi un aiutino per affrontare il cambio stagione coi bambini e l'arrivo della stagione fredda con relativi raffreddori, mal di gola, otiti, influenze, ecc...le mamme sanno bene di cosa parlo!

2020  www.tuinatura.it   globbers template joomla