background

TARALLI "SALVACENA"

Vi capiterà senz'altro di trovarvi un'ora prima di cena senza aver nulla di pronto, dopo una serie di giornate a dir poco "intense" dove non avete avuto tempo di rinfrescare la pasta madre, e se anche l'avete rinfrescata, non avete poi avuto tempo di impastare e di fare il pane, o di acquistare un buon pane integrale bio.

taralli integrali di grani antichi al sesamo

Ci sono un pò di verdure fresche in frigo, giusto da fare un insalata, magari avete da parte un pò di legumi cotti nel fine settimana, o addirittura un hummus già fatto, e basterebbe giusto un pò di buon pane per rendere una cena improvvisata, sufficientemente decorosa, gustosa e anche salutare!

Ma è troppo tardi per andare al supermercato Bio più vicino perché impieghereste almeno un'ora tra andata e ritorno, per prendere solo un pò di companatico, proprio non ci sta...

Di andare in un supermercato qualsiasi a prendere pane integrale scadente o grissini a base di farina tipo "0", beh, a quello non penso da tempo, andrebbe inesorabilmente ad intaccare i "bonus" che mi concedo per le cose poco salubri! (Leggasi pizza con bufala ogni tanto, oppure gnocco fritto della nonna Ines ai compleanni fatto con farina di farro semintegrale però :-) e una buona fetta di salame da maiale brado del Tiè! slurpppp)

Ecco, in una di queste serate che sembravano volgere verso la disperazione culinaria, ho avuto un'illuminazione I TARALLI. Mi precipito su internet alla ricerca di una qualche ricetta a base di farina integrale e realizzo, udite udite, che sono anche semplici da realizzare, NON RICHIEDONO LIEVITAZIONE!

Mi sono messa all'opera, con il risultato che:...fatti la sera, la mattina dopo erano già ESAURITI!

Quindi, vado decisamente controcorrente, e in un giorno di Pasqua, dove tutti si abbuffano di cibi super pesanti, io vi posto una ricetta super semplice ma  che può dare grandi soddisfazioni e soprattutto può salvare una cena!

Ma adesso passiamo alla ricetta

 

TARALLI INTEGRALI DI GRANI ANTICHI AL SESAMO

Ingredienti: 

150 gr di farina semintegrale Virgo (mix grani antichi) del Podere Santa Croce

100 gr farina di grano etrusco integrale Floriddia di fresca macinatura

100 gr vino bianco frizzante BIO Folicello

60 gr olio EVO bio Italiano

1,5 c di sale marino integrale 

2 c di semi di sesamo

 

Preparazione: mescolate insieme farine, sale e sesamo, poi aggiungete olio e vino, impastate per bene, poi lasciate riposare l'impasto per mezz'ora coperto da un canovaccio pulito umido o da una pellicola.

Riprendete in mano l'impasto, tagliatelo a fette grandi e ognuna in tante piccole parti alte circa 6 cm e larghe 1 cm. Ognuna di queste la arrotolate sotto le dita come a formare un cordone facendo attenzione che non si sfaldino, meglio non utilizzare farina sulla spianatoia, poi la arrotolate fermando un capo sopra all'altro come si vede nelle foto.

impasto taralli integrali    

Una volta fatte le forme di tutti i taralli, mettete sul fuoco una pentola con acqua, la portate ad ebollizione. Accendete il forno a 180° e preparate la leccarda mettendole sopra la carta da forno. Quando l'acqua della pentola bolle, buttate giù i taralli come si fa con la pasta, un po' alla volta ovviamente!

Appena vengono a galla si tolgono e si depongono nella leccarda. 

scola taralli

Una volta scolati tutti i taralli, si infornano a 180° modalità statica e si lasciano cuocere circa 30 minuti, cercando di seguire la cottura perché non devono diventare scuri, ma dorati. Poi si sfornato e si lasciano raffreddare. 

Le farine di grani antichi hanno un glutine molto meno tossico di quelle di grano moderno, per approfondimenti vi consiglio un giro sul sito www.granovirgo.it, progetto realizzato in collaborazione con l'Università di Bologna, ma se non le avete in casa o non le trovate, va benissimo una qualsiasi farina integrale BIO, mi raccomando che sia bio, perchè nelle fibre del chicco restano AGGRAPPATI TUTTI I PESTICIDI che vengono dati in agricoltura convenzionale!

Se riuscite a farvene avanzare, si conservano bene in un recipiente a chiusura ermetica per parecchi giorni.

Chi non gradisse il sesamo, potrebbe benissimo variare con semi di cumino, rosmarino, origano, peperoncino, curcuma, insomma, la spezia che più vi piace!

Ma tornando alla nostra cena improvvisata, un pò di insalata mista con verdure di stagione, magari un hummus di legumi o anche solo un pò di fagioli con olio e sale, i nostri taralli... e una cena salutare, semplice e gustosa E' SERVITA!

Buona Pasqua a tutti!!

Commenti   

0 #2 Giorgia 2016-04-01 12:15
Citazione simona:
...Cara Giorgia ...che dire...come al solito hai delle ottime ricette!
fondamentale l'alternativa senza lievitazione! io ho già provato a fare i taralli e....non sono riuscita a fargli nemmeno la foto...mangiati tutti! Grazie Simona di Sangio

Grazie Simo! Anche qua da noi è stata una STRAGE, sono una DROGA! Aspetto un pò a rifarli, se no la circonferenza addominale...quella si che LIEVITA! :cry:
Citazione
0 #1 simona 2016-04-01 11:21
...Cara Giorgia ...che dire...come al solito hai delle ottime ricette!
fondamentale l'alternativa senza lievitazione! io ho già provato a fare i taralli e....non sono riuscita a fargli nemmeno la foto...mangiati tutti! Grazie Simona di Sangio
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

2017  www.tuinatura.it   globbers template joomla